Marte Bianco: Nel cuore dell’Antartide. Un anno ai confini della vita

Ogni anno, tredici persone si isolano tra i ghiacci antartici, sfidando il freddo, la solitudine e il buio in nome della scienza.

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Marco Buttu è un ingegnere informatico, è stato una cavia per l'Agenzia Spaziale Europea per gli studi di biologia umana e adesso è un divulgatore scientifico. Ma non solo, perché Marte bianco. Nel cuore dell'Antartide. Un anno ai confini della vita (Edizioni LSWR), il libro nel quale descrive i 13 mesi passati nel luogo più inospitale e isolato del pianeta è insieme compendio scientifico, saggio filosofico e testo poetico.

L’Altopiano Antartico è il luogo più estremo al mondo: una distesa ghiacciata e sconfinata dove le temperature scendono sotto i -80 °C, c’è carenza di ossigeno e l’aria è così secca che anche le più piccole ferite impiegano mesi a rimarginarsi. Non ci sono piante, animali e nemmeno i batteri, mancano i colori e i profumi e per cento giorni sparisce anche il Sole. E un errore banale può costare la vita, perché se capita un incidente nessuno può venire in soccorso.

Qui, nella base italo-francese di Concordia, un piccolo gruppo di persone compie ricerche scientifiche. Sono gli esseri umani più isolati al mondo, ancora più degli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. L’Agenzia Spaziale Europea li tiene sotto osservazione per capire come il corpo si adatti a un ambiente extraterrestre, in previsione di una futura missione su Marte.

«È un posto che somiglia più a un altro pianeta che alla Terra: ecco perché la mia casa è chiamata Marte Bianco».

La dura preparazione e selezione, l’incontro con persone straordinarie, la sfida fisica e psicologica alle condizioni estreme e all’isolamento: un racconto affascinante che fonde avventura, scienza e crescita interiore, restituendoci un messaggio di speranza e di fiducia nell’uomo.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci