Scaldabagno elettrico da sostituire? Prendetelo con pompa di calore.

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Gli scaldabagno con pompa di calore sono la soluzione più innovativa e più ecosostenibile
per scaldare l’acqua sanitaria di casa.
Soprattutto cosa da non trascurare anche la più conveniente, infatti se equiparati ai
tradizionali scaldacqua elettrici consentono risparmi fino al 75% sui consumi.
Nello scaldacqua a pompa di calore l’energia catturata dell’aria attraverso uno
scambiatore viene trasferita all’acqua contenuta nello scaldacqua.
E’ ideale per volumi importanti di acqua infatti prevedono accumuli a partire da 100 litri,
mentre quelli più diffusi sono quelli da 200 o 300 litri, generalmente in versione a
basamento.
Per funzionare devono essere installati in locale aperti verso l’esterno, oppure essere
collegati all’aria aperto con un tubo in plastica di mandata ed uno di ritorno.
Sono compatibili e integrabili a altre fonti energetiche tradizionali come caldaie
preesistenti, solare termico.
Qualora sia presente un impianto fotovoltaico, maggiore sarà l’efficienza e la rapidità di
rientro sull’investimento, esistendo versioni particolarmente predisposti per tale funzione.
L’altra soluzione è quella murale in questo caso sarà minore la capacità (max 120 litri) ma
più semplice l’istallazione.
Gli scaldacqua con pompa di calore sono datati di una resistenza supplementare che in
caso di necessità, suppliscono a eventuali richieste straordinarie di acqua calda, senza
diminuirne il comfort.
Nella scelta della loro capacità va tenuto conto che, a fronte di grandi risparmi di energia, i
tempi di riscaldamento sono maggiori rispetto a quelli di un normale scaldaacqua a
resistenza elettrica.
Per una abitazione con 4 persone si sceglie la versione da 300 lt.
L’acqua calda sanitaria può essere prodotta anche con la stessa pompa di calore utilizzata
per il riscaldamento ambiente.
Se la stessa macchina viene utilizzata per il raffrescamento in questo caso è in grado nel
periodo estivo di sfruttare il calore sottratto dagli ambienti per scaldare l’acqua calda
sanitaria.
Se questa funzione non viene utilizzata può avere allora senso installare due pompe di
calore distinte, una per il riscaldamento e l’altra per la produzione di acqua calda sanitaria.
Siamo FERRARI INNOVATION, pionieri in Italia nel settore risparmio energetico (primi
impianti fotovoltaici installati in Italia già nel 1988 e primo utilizzo di illuminazione a
LED già nel 2000), da sempre attenti osservatori e applicatori delle innovazioni nel vasto
settore del risparmio energetico, consulenti ancor prima che installatori a servizio dei nostri
clienti.

Gianluca Ferrari Innovation

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci