Le nuove frontiere del riscaldamento e raffrescamento

L’evoluzione e la tecnica hanno permesso di realizzare impianti sempre più performanti ed efficienti, che possono sia riscaldare che raffrescare.

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Le nuove tendenza, nelle nuove realizzazioni o nelle ristrutturazioni, è sempre più quella di non installare i tradizionali sistemi di riscaldamento a termosifoni, ma usando soluzioni “invisibili” ma tremendamente efficaci come riscaldamento a pavimento, parete o soffitto.

L’evoluzione e la tecnica hanno permesso di realizzare impianti sempre più performanti ed efficienti, che possono sia riscaldare che raffrescare.

Fa piacere ricordare, con un po’ di orgoglio italiano, che recentemente un’azienda del nostro paese ha sviluppato, brevettato e immesso sul mercato impianti dello spessore di soli 3 cm a fronte dei normali 12-15 cm. Tali impianti, per un fatto di risparmio e di migliore efficienza, nascono per lavorare con le pompe di calore.

Di seguito una spiegazione sintetica delle tre applicazioni: pavimento, soffitto e parete.

Impianto a pavimento

Gli impianti di riscaldamento e raffrescamento a pavimento, garantiscono un elevato livello di comfort con un notevole risparmio energetico. Gli elementi radianti, costituiti da tubi in materiale resistente alle alte temperature ed al calpestio, vengono inseriti sotto il pavimento. L'impianto risulta così invisibile, a tutto vantaggio dell'estetica e consentendo un miglior sfruttamento degli spazi.

La trasmissione del calore avviene principalmente per irraggiamento e non per convezione (come nel caso dei termosifoni). In questo modo si evitano fastidiosi spostamenti d'aria e di polveri e il calore viene diffuso in modo più uniforme.

Impianto a soffitto

Gli impianti di riscaldamento a soffitto, funzionano con bassa inerzia termica e garantiscono una buona efficienza nel riscaldamento, con un notevole risparmio in bolletta. Gli elementi radianti, costituiti da tubi in materiale resistente alle alte temperature, vengono installati dietro le pareti o sotto nel soffitto. L’impianto risulta così invisibile, a tutto vantaggio dell’estetica e consentendo un miglior sfruttamento degli spazi.

Impianto a parete

Gli impianti di riscaldamento a parete, funzionano hanno una bassa inerzia termica, le pareti irradiano calore o fresco all'ambiente rapidamente. Gli elementi radianti, costituiti da tubi in materiale resistente alle alte temperature, vengono installati dietro le pareti. L’impianto risulta così invisibile, a tutto vantaggio dell’estetica e consentendo un miglior sfruttamento degli spazi.

Gianluca Gargiulo

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci