Garanzia Giovani Liguria: combattere la disoccupazione giovanile

La Liguria conta su oltre 27,2 milioni di euro per attuare il piano Garanzia Giovani destinato a quasi 50 mila giovani.

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

La Liguria conta su oltre 27,2 milioni di euro per attuare il piano Garanzia Giovani destinato a quasi 50 mila giovani tra i 15 e i 29 anni.

Accoglienza, formazione, accompagnamento al lavoro, tirocini, servizio civile, autoimpiego, mobilità professionale e bonus occupazionali: queste le misure attivate con le risorse a disposizione.

La Regione ha anche un proprio Piano Giovani che, per alcune azioni, estende il limite di età fino ai 35 anni.

È attivo presso il CLP (Centro ligure produttività) lo sportello per l'imprenditoria giovanile attivato dalla Camera di Commercio nel quadro del progetto "Garanzia Giovani autoimprenditorialità", al quale ha aderito la rete camerale nazionale. Si tratta di un servizio gratuito. Lo sportello è attivo presso il CLP, in via Boccardo 1 (tel. 010 55087207), e funziona su appuntamento dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17.

Le risorse finanziarie destinate alle singole misure sono indicate nella convenzione del 9 maggio 2014 stipulata tra il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e la Regione. Gli importi si riferiscono alla data della sottoscrizione della convenzione e possono essere suscettibili di modifica dovuta a successiva redistribuzione delle risorse in fase di definizione del PAR (Programma Attuativo Regionale).

Di seguito, gli importi aggiornati assegnati alle misure offerte dalla Liguria:

  • Accoglienza, presa in carico, orientamento: 1.816.000,00 euro

  • Formazione: 9.075.480,00 euro

  • Accompagnamento al lavoro: 3.934.700,00 euro

  • Tirocinio extra curriculare, anche in mobilità geografica: 5.154.013,00 euro

  • Servizio civile regionale: 531.000,00 euro

  • Sostegno all'auto-impiego e all'auto-imprenditorialità: 3.276.400,00 euro

  • Mobilità professionale transazionale e territoriale: 640.302,00 euro

  • Bonus occupazionale: 2.779.000,00 euro

Il Piano di Garanzia Giovani (Youth Guarantee) fa parte del più ampio Piano Europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile. Con questo obiettivo sono stati previsti dei finanziamenti per i Paesi Membri con tassi di disoccupazione superiori al 25%, che saranno investiti in politiche attive di orientamento, istruzione e formazione e inserimento al lavoro, a sostegno dei giovani che non sono impegnati in un'attività lavorativa, né inseriti in un percorso scolastico o formativo (Neet - Not in Education, Employment or Training).

In sinergia con la Raccomandazione europea del 2013, l'Italia dovrà garantire ai giovani al di sotto dei 30 anni un'offerta qualitativamente valida di lavoro, proseguimento degli studi, apprendistato o tirocinio, entro 4 mesi dall'inizio della disoccupazione o dall'uscita dal sistema d'istruzione formale.

Per i giovani tra i 15 e i 29 anni, residenti in Italia – cittadini comunitari o stranieri extra UE, regolarmente soggiornanti – non impegnati in un’attività lavorativa né inseriti in un corso scolastico o formativo, la Garanzia Giovani è un’iniziativa concreta che può aiutare a entrare nel mondo del lavoro, valorizzando le attitudini e il background formativo e professionale.

Programmi, iniziative, servizi informativi, percorsi personalizzati, incentivi: sono queste le misure previste a livello nazionale e regionale per offrire opportunità di orientamento, formazione e inserimento al lavoro, in un’ottica di collaborazione tra tutti gli attori pubblici e privati coinvolti.

Per stabilire in modo opportuno il livello e le caratteristiche dei servizi erogati e aumentarne l'efficacia, si è scelto di introdurre un sistema di profiling che tenga conto della distanza dal mercato del lavoro, in un'ottica di personalizzazione delle azioni erogate: una serie di variabili, territoriali, demografiche, familiari e individuali profilano il giovane permettendo così di regolare la misura dell'azione in suo favore. Dall' 1 febbraio 2015 le modalità di calcolo del profiling sono aggiornate a seguito del Decreto Direttoriale del 23 genn​aio 2015 n.10, che mette fine alla fase di sperimentazione avviata l'1 maggio 2014.

Nel dettaglio le misure previste dalla Garanzia sono:

Per accedere al Programma e ai servizi universali di informazione e orientamento, occorre registrarsi e aderire.

In seguito sarà possibile accedere alle misure previste dal Programma.

Per conoscere i piani nazionali degli altri Paesi europei per l'attuazione della Garanzia Giovani, visita il sito della Commissione Europea.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci