Il carbone cinese, produce meno CO2

Errore scienziati, emissioni Cina CO2 minori di quanto stimato

Ferrari Innovations

Con un articolo pubblicato sulla rivista Nature un team internazionale di scienziati ha rilevato un importante errore nel calcolo delle emissioni inquinanti della Cina, sovrastimate rispetto alla realtà.

L'errore - si legge oggi sulla Bbc - è dovuto al tipo di carbone utilizzato nelle centrali elettriche cinesi (si tratta di un carbone più povero, ndr) che produce emissioni di CO2 nettamente inferiori alle stime, basate invece su calcoli con parametri standard. Questo comporta che le emissioni globali di CO2 prodotte dalla Cina del 2013 sarebbero inferiori del 10%.

I ricercatori hanno esaminato il contenuto effettivo di CO2 nel carbone estratto in 4mila miniere cinesi e hanno svolto analisi su 602 campioni. Le emissioni registrate nel corso di questi test sono in media del 40% più basse dei valori indicati dall'Ipcc, l'Intergovernamental Panel on Climate Change.

"Nella maggior parte dei paesi industrializzati il carbone viene 'lavato' ma in Cina questo non accade", ha spiegato alla Bbc Zhu Liu, della Harvard University. "In pratica il carbone (cinese) contiene più ceneri ; e più sono le ceneri, minore è il livello di emissioni. Questa è la ragione che spiega le precedenti sovrastime".

I risultati dello studio - precisa comunque il New York Times - non significano che il livello totale di gas a effetto serra immessi nell'atmosfera sia inferiore a quanto calcolato. Questo tipo di stima viene misurata indipendentemente. Piuttosto pone dei dubbi sulla responsabilità della Cina rispetto ad altri paesi nel processo di global warming.

(fonte: Askanews)

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci