IKEA e Balenciaga: due borse quasi identiche, una costa 60 centesimi e l’altra 1700 euro.

Queste, ironicamente, le indicazioni da seguire, come se si trattasse di un capo di alta moda da distinguere da quelli contraffatti.

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Due borse identiche, molto grandi, azzurro elettrico, due manici. Una è Frakta, la shopper del colosso svedese Ikea, valore 60 centesimi. L’altra è una borsa Balenciaga, firmata da Demna Gvasalia, direttore creativo della maison da poco più di un anno, noto nell’intercettare icone della cultura popolare e nel rielaborarle con ironia e provocazione. La sua borsa costa 1700 euro.

Evidentemente Gvasalia, si è divertito a trasformare un simbolo del design democratico low cost, in un accessorio di lusso: del resto lo stilista ha cambiato il materiale per la realizzazione dell’oggetto in questione, riprendendone il design, quindi ha superato anche le barriere dal diritto d’autore.

Il gigante dell’arredamento ha dunque risposto alla copia di Balenciaga, affermando che solo la sua borsa è quella originale. Naturalmente ha utilizzato la potenza della rete e pubblicando una serie di post, indirizzati alla casa di moda. L’annuncio, fatto dall’agenzia Acne, mostra come distinguere il design originale del sacchetto di Ikea dal falso di Balenciaga. Queste le indicazioni da seguire, come se si trattasse di un capo di alta moda da distinguere da quelli contraffatti:

  1. Scuotila, se il rumore è un fruscio, allora la tua borsa è vera;
  2. la vera bag è multifunzione, può trasportare mattoni attrezzatura da hockey e persino acqua;
  3. resistenza: la vera Frakta può essere risciacquata con un tubo da giardino quando si sporca;
  4. il prezzo: la borsa vera costa solo 0,99 centesimo di dollaro. Resta il dubbio: quale vale davvero di più?

(fonte: La Stampa)

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci