Il "Confuoco" di Savona sul Priamar è stato di buon auspicio

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

L'edizione 2017 della cerimonia del "Confuoco", a cura del Comune di Savona e dell'Associazione "A Campanassa", si è svolta per la prima volta sulla Fortezza del Priamar.

Subito dopo l'accensione del ceppo di alloro ll "Confuoco" nel piazzale del Maschio sulla Fortezza del Priamar da parte del sindaco di Savona Ilaria Caprioglio e del Presidente dell'Associazione "A Campanassa" il fuoco è salito alto in cielo in segno di buon augurio per un fortunato 2018.

Erano presenti, il vescovo della diocesi di Savona-Noli Calogero Marino, il comandante provinciale dei carabinieri Dionisio De Masi, il comandante della capitaneria di porto Massimo Gasparini, Prefetto Giorgio Manari.

"La scelta di svolgere il Confuoco sulla Fortezza del Priamar- ha dichiarato il sindaco di savona Ilaria Caprioglio nei giorni scorsi - è stata dettata innanzitutto da motivi di sicurezza, essendo presenti ponteggi sulla facciata del palazzo comunale, ma è anche una sfida dell'amministrazione di aprire sempre di piů il Priamar nei confronti della cittadinanza"

Nel Piazzale del Maschio sulla Fortezza, l'evento è stato presentato dai giornalisti Linda Miante e Cristiano Bosco.

I bambini della scuola di Quiliano hanno illustrato le origini della manifestazione in dialetto savonese subito dopo l'Associazione"A Campanassa" ha consegnato al Comune il vaso del Confuoco e il consueto brindisi tra il Sindaco e Dante Mirenghi e l'accensione del ceppo d'alloro.

L'evento si è cocluso nella sala della Sibilla con i classici "Mugugni" affrontando a vonte anche in tono ironico i problemi da risovere della Città di Savona.

Il riconoscimento "A Campanassa ringrassia" è stato consegnato al professor Ezio Emanuele Viglione.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci