Albenga, il vescovo Borghetti: “Non sono il salvatore” afferma durante l'incontro con i giornalisti.

Propositivo, verso i profughi da accogliere sul territorio ma che al contempo il migrante deve rispettare il contesto in cui è stato accolto.

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Giornalisti riuniti per celebrare, con Mons. Guglielmo Borghetti, Vescovo della Diocesi di Albenga-Imperia, San Francesco di Sales, loro Santo patrono.

Una tradizione tornata, dopo alcuni anni di interruzione per volere dello stesso Vescovo Borghetti, vicino alla categoria.

Quarta in Liguria, per grandezza, la Diocesi cui è giunto due anni fa Monsignor Borghetti, non è certamente una realtà di facile gestione, gravata da problemi di bilancio e indagini giudiziarie.

“Non sono il salvatore” - ha affermato, durante l'incontro il Vescovo impegnato in problematiche di varia natura, cui sta facendo fronte con pacata serenità.

Molte le ferite della Chiesa da “curare”, ma il messaggio che Borghetti intende portare avanti è quello propositivo, col sostegno dei 182 sacerdoti e dei 5 seminaristi, sempre nel segno dell'accoglienza che vede oltre 130 profughi accolti e la prossima ristrutturazione dell'Episcopato, tra il bene da tutelare.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci