A Savona arriva Cicciulin

E invita il futuro sindaco della città a levarsi la maschera

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Domenica 17 gennaio, a Savona, è arrivato dal mare Cicciulin, storica maschera della città della Torretta dando così il via al carnevale savonese.

Cicciulin, nato nel 1953 dal pittore Romeo Bevilacqua e registrato nell’elenco delle maschere italiane, una maschera non ce l’ha e il suo segno distintivo è la barba. “Cicciulin rappresenta il tipico marinaio savonese, burbero ma con un cuore immenso”, ha affermato Paolo Nobel, “e per impersonarlo non bisogna fingere, basta essere sé stessi.”

Elementi distintivi del personaggio sono le collane di colore blu, marrone e verde, che rappresentano il mare, le montagne e le colline savonesi, lo scettro, il cappello rosso, la maglia a righe ed il mantello. “Questo personaggio è l’unico del carnevale che non ha una maschera e Savona si distingue anche per questo”, spiega Nobel. “Un uomo buono, sincero ed autentico, che non si nasconde dietro a nulla e porta allegria nelle persone, un uomo che dovrebbe somigliare al prossimo sindaco di Savona, a cui lancio un appello che estendo anche agli altri politici candidati, che è quello di levare la maschera e di anteporre gli interessi di Savona e dei savonesi a quelli personali così ci saranno anche benefici per tutta la città”

Cicciulin è stato accolto da una grande folla e ha guidato il corteo per le vie cittadine seguito dalla corte composta di damigelle, cortigiane e giullari. Al termine della sfilata sono state consegnate le chiavi della città con l’investitura di Sua Maestà e la proclamazione dell’inzio del Carnevale.

Le chiavi sono state consegnate dal vicesindaco Livio Di Tullio alla presenza dell’assessore Paolo Apicella, mentre il sindaco era assente.

Cicciulin ora rappresenterà Savona nelle manifestazioni di Carnevale anche in Piemonte e in Lombardia, ma gli incontri più importanti, a detta di Paolo Nobis, sono “quelli negli ospedali e nelle case di riposo al fianco di bambini e anziani sofferenti per donare un sorriso a coloro che soffrono”.

BORGNA SELENA

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci