Condividi l'articolo

La Direzione investigativa antimafia di Genova ha acquisito oggi documenti presso la camera di commercio di Savona e presso la sede della protezione civile di Genova su provvedimento della procura di Savona. Alla base del provvedimento ci sarebbe l’ipotesi di una truffa ai danni dello Stato messa in piedi da alcuni balneari, in particolare della zona di Varazze, quando la costa ligure venne messa in ginocchio dalla mareggiata dell’autunno 2018. Il fascicolo, a carico di ignoti, è in mano al pubblico ministero Claudio Martin

Resta aggiornato con le nostre ultime notizie da Google News

Seguici