Tassa sull'ascensore

In arrivo incrementi dei costi di manutenzione per i propietari di case con ascensori

Profumeria Simonini

Dopo la bufera creata dal Ddl sulle pensioni di reversibilità, arriva un altro decreto, in attuazione della normativa europea sulla sicurezza degli ascensori.

Un provvedimento che, se emanato, potrebbe rappresentare una sorta di “tassa sull'ascensore”, come è stato definito da Confedilizia,

Il governo, infatti, ha previsto una serie di requisiti minimi necessari, che dovrebbero essere accertati, da tecnici abilitati alla verifica periodica, già peraltro prevista per legge.

Un Dpr che, secondo le associazioni dei proprietari di case, andrebbe ad incrementare notevolmente i costi di manutenzione degli impianti in uso che, ricorda la Confedilizia, sono già sottoposti obbligatoriamente a controlli semestrali, oltre che a verifiche periodiche sulla sicurezza dell'impianto.

I soggetti incaricati delle nuove verifiche di conformità avrebbero inoltre la facoltà, in caso di non rispondenza dei requisiti minimi di sicurezza previsti ( tra cui: il livellamento di fermata tra cabina e piano, l'illuminazione del locale macchine, la presenza di un dispositivo di richiusura delle porte di piano, con cabina fuori dalla zona di sbloccaggio; le porte di cabina, la comunicazione bidirezionale in caso di intrappolamento in cabina, necessariamente dotata di sufficiente illuminazione),di prescrivere interventi di adeguamento e ristrutturazione, con costi assolutamente troppo gravosi per i proprietari di casa.

Grazia Noseda

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

Centro Revisione Arnaldi