Taglio del nastro per l’ufficio di valico marittimo dei Carabinieri al Porto di Loano

“Ancora più sicurezza” grazie al nuovo presidio. Presente il comandante della Liguria Generale di Divisione Paolo Nardone , il neo Questore di Savona, Giannina Roatta che ha tagliato il nastro e le autorità del comune di Loano

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Loano. Inaugurato l’ufficio di Valico Marittimo dei carabinieri “Marina di Loano”, alla presenza delle massime Autorità.
Dotato di strumenti all’avanguardia per l’identificazione dei soggetti a bordo dei natanti in approdo e l’analisi digitale dei passaporti, esso opera alle dirette dipendenze della Stazione Carabinieri di Loano e avrà quindi il compito di accertare, come ogni altro posto di frontiera, la corretta identità di ogni passeggero ed ogni componente degli equipaggi dei natanti che sbarcano in porto
L’attività di polizia di frontiera devoluta all’Arma dei Carabinieri oltre che a Polizia di Stato e Guardia di Finanza, ha la finalità specifica di garantire l’osservanza delle norme di diritto pubblico internazionale e delle convenzioni multilaterali o in vigore con singoli Stati, delle disposizioni contenute negli atti normativi dell’Unione Europea, nonché delle Leggi nazionali di emigrazione e di polizia che regolano il traffico delle persone e delle cose attraverso le linee del confine terrestre e negli scali marittimi ed aerei. L’esercizio della funzione di polizia di frontiera è di natura tipicamente “amministrativa” e va ricondotta nella categoria dell’attività di prevenzione, quindi direttamente connessa alla pubblica sicurezza. A norma di Legge, per quanto concerne la frontiera marittima, l’attività di coordinamento di queste attività di controllo e vigilanza è attribuito al Prefetto del capoluogo di regione.
All’evento hanno preso parte il comandante di Divisione della Legione Carabinieri Liguria Gen. B. Paolo Nardone, il Prefetto, Antonio Cananà e il neo Questore di Savona, Giannina Roatta, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Savona, Dionisio De Masi e il Comandante della Compagnia di Albenga maggiore Sergio Pizziconi, il sindaco di Loano Luigi Pignocca, il comandande Erik Morzenti dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Loano-Albenga,, l’amministratore delegato di Marina di Loano Ivan Pedrielli, il direttore del porto Uberto Paoletti,il consigliere regionale di Forza Italia Angelo Vaccarezza che ne suo discorso ha annunciato:"Domani depositerò in Regione un ordine del giorno per dedicare uno spazio del palazzo di via Fieschi ai Martiri di Nassiriya, fulgido esempio di abnegazione" .

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci