Sequestrata la Piscina Felice Cascione di Imperia

Riscontrati dall'analisi Arpal valori di legionella 250 volte superiori

Borghetto Revisioni

I Carabinieri del Noe hanno messo questa mattina sotto sequestro la piscina Felice Cascione di Imperia su disposizione della Procura. Il provvedimento, che ha scosso il mondo sportivo ed amministrativo del capoluogo di provincia, è stato emesso dal Procuratore Aggiunto Grazia Pradella e si basa su delle analisi dell’Arpal compiute il 4 dicembre. Secondo gli esiti di queste analisi sono stati riscontrati valori di legionella 250 volte superiori alla norma e da qui il provvedimento di sequestro immediato.

Va ricordato, per non creare allarmismi, che nessun caso di legionella è stato riscontrato negli atleti e nelle persone che ogni giorno usano la struttura.

Ora il provvedimento fa scattare l’emergenza soprattutto per le squadre agonistiche della Rari Nantes Imperia che quotidianamente si allenavano in questa struttura. Per un tempo indeterminato sarà necessario ricorrere ad allenarsi altrove,

Sulla vicenda si attende ora un comunicato proprio della Rari Nantes Imperia per fare luce sulla situazione

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci