Quanti turisti piemontesi e lombardi in cerca di aria pura

Per molti una permanenza fino alle feste di inizio Novembre

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Nel centro storico di Albenga sono passate da poco le 18 del sabato e, tenendo conto che si è a fine ottobre, pensi a strade quasi deserte, con pochi residenti in giro a far spesa. Invece, soprattutto da Porta Mulino al Duomo sembra di essere in piena estate (grazie anche a due pulman di Costa Crociere), con bar e negozi (fortunatamente aperti) presi d’assalto. Afferma la titolare di un negozio di abbigliamento: "Mai visti tanti piemontesi come oggi, sembrava di essere a Ferragosto. Ma del resto sappiamo i motivi di questa visita fuori stagione". Già, a Torino l’aria è irrespirabile come mi dice al telefono l’amica Virginia Sanchesi: "Guarda, io ho problemi respiratori e quando esco metto la mascherina come a Pechino. Ma qua il livello di guardia è ormai superato, sapessi quanta gente si sente male".

Ed allora eccolo l’esodo (qui magari più in senso biblico, vista la causa) di tante persone consapevoli che nella benedetta Riviera di Ponente troveranno sempre mitezza, aria buona, e anche un bel sole. E se ci si sposta da Albenga ad Alassio ecco il budello pieno di gente, in quello che una volta era il fine settimana fantasma, visto che precedeva quello del Ponte di Ognissanti: "Tante persone-afferma Sergio Novello, ex proprietario di alberghi-non hanno resistito di stare in zone piene di smog preferendo magari sforando il budget, di recarsi al mare e respirare aria buona".

E molti possessori di seconde case hanno deciso di concedersi una settimana di ferie agganciandola alle feste della prossima settimana. Sapendo che nella nostra Riviera, da mercoledì, arriveranno, grazie all’alta pressione, caldo e temperature estive.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci