Presidio Piaggio di Villanova

C'è tensione tra le maestranze del reparto motori La proprietà non ha dato risposte positive

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Ancora nulla di fatto, nonostante gli incontri proseguano per trovare un accordo all'agitazione suscitata dal ricorso alla cassa integrazione, per altri 200 operai Piaggio fra gli stabilimenti di Villanova d'Albenga e quello di Sestri Ponente.

A rischio l'intero reparto motori, ora bloccato dallo sciopero dei lavoratori, che hanno già organizzato cortei e manifestazioni di protesta.

Si tratta, infatti, di una decisione unilaterale da parte della direzione che, alla luce dei previsti carichi di lavoro per il 2016 e le prossime consegne ferme, pare assolutamente ingiustificata.

Per la nuova Piaggio è la prima protesta, a un anno dal trasferimento dello stabilimento a fianco dell'aeroporto, realizzato, nonostante le difficoltà per i lavoratori, in previisone di una crescita delle commesse e della possibile collaborazione strategica degli impianti.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci