L’Ortofrutticola risponde a The Guardian

Presenti all'evento il Sindaco di Albenga, il Consorzio del Basilico, dalle associazioni di categoria Coldiretti, CIA e Confagricoltura.

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Una lunga manifestazione, per ribadire come il pesto, e soprattutto il basilico, siano prodotti dei quali il Ponente Ligure va fiero.

Così Albenga nel ponente ligure, risponde alle accuse del “The Guardian” contro il pesto alla genovese, considerato troppo salato e quindi dannoso per la salute. Una dichiarazione cui è subito arrivata la replica del governatore Toti, in difesa di una delle ricette più apprezzate e conosciuto in tutto il mondo, oltre che elemento della dieta mediterranea, che ha inviato al giornale britannico alcuni vasetti del condimento, già noto ai tempi di Virgilio, per testarlo e giudicarlo.

Una gustosa battaglia a colpi di mortaio, dove si pestano le foglie di basilico, ingrediente principale del pesto ligure, che proprio nella Piana ingauna sviluppa una delle più grandi produzioni di piantine, quasi 2 mila tonnellate all'anno.

A schierarsi armato di grembiule e pestello, anche lo stesso Sindaco Cangiano, unendosi alla battaglia in difesa del pesto proclamata dal Consorzio del Basilico, dalle associazioni di categoria Coldiretti, CIA e Confagricoltura in un evento che si è svolto nel piazzale dell’Ortofrutticola albenganese, invita la redazione del The Guardian a raggiungere la città delle torri per assaggiare una prelibatezza tipica della cucina ligure, preparata da sempre con la stessa passione e cura, che ha ispirato il nuovo spot promosso da Giovanni Rana, girato in estate proprio in provincia di Savona e che vede protagonista Lara Ravera, presidente dell’Ortofrutticola di Bastia d’Albenga.

Una bella risposta alle provocazioni del giornale britannico.

Grazia Noseda - Guglielmo Olivero - Tommaso Marinelli

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci