Mons. Guglielmo Borghetti e la posizione della diocesi di Albenga-Imperia su crisi, famiglie e il convento di S.Agostino in Loano

La fine della gestione del Convento di S.Agostino ed il rinnovamento delle molte strutture della diocesi tra i progetti futuri.

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Mons. Borghetti ha recentemente parlato di accoglienza e benevolenza, apertura al dialogo e alla disponibilità verso gli altri, concetti fondamentali contenuti nel suo libro, che riportano ad un argomento mai come oggi di grande attualità. La crisi economica.

Crisi che si fa sentire e colpisce non solo migranti ma anche famiglie italiane che, in serie difficoltà economiche, trovano rifugio presso strutture di accoglienza della diocesi o da essa gestite.

Una di queste realtà è il Convento di S.Agostino in Loano, fino ad ora gestito dalla diocesi di Albenga-Imperia tramite Don Renato Rosso, già direttore della CARITAS emerito. Diverse le famiglie che qui vi hanno trovato rifugio ed ora sono in attesa che la diocesi riesca a trovare loro una dimora, prima che il convento torni sotto la gestione dei Padri Agostiniani, lasciandole nuovamente in mezzo ad una strada.

Ma molti altri sono i progetti che spronano il cammino nella Curia, con uno sguardo al rinnovamento e al risanamento di spazi, apparentemente ”silenti”, che godranno di nuova luce per l'aiuto a tutti i bisognosi, nell'abbraccio radioso e propositivo della fede.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci