Matteo Salvini ad Albenga

Salvini: Riaprire il Pronto Soccorso e più sicurezza per Albenga

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Lavoro, sicurezza e sanità i temi trattati da Matteo Salvini, il leader del carroccio in visita ad Albenga, dopo la tappa a Savona e prima di proseguire verso l'imperiese, alla volta del Festival di Sanremo, a conclusione di serata.

Riduzione della pressione fiscale, difesa delle tipicità e delle eccelleze locali, a tutela del made in Italy e dei posti di lavoro per i giovani costretti a trasferirsi all'estero, le ricette di Salvini che, se riceverà la fiducia degli elettori, i soli in grado di salvarsi dal mal governo, promette, libererà la città delle torri, i suoi parchi, le sue vie dagli immigrati clandestini e da quanti non vogliano rispettare gli usi e i costumi del paese ospitante. Più sicurezza e tutela della salute con il nosocomio che, se pur privatizzato, deve funzionare e garantire il servizio e l'assistenza specialistica ai pazienti.

Queste le ricette della Lega Nord che, se pur senza investire molti capitali per la campagna elettorale, come ha tenuto a sottolineare lo stesso Salvini salito su una sedia in piazza del Popolo, dovrebbero convincere i cittadini il prossimo 4 marzo.

La lettera dei "Cittadini Stanchi" consegnata a Salvini da Angelo Pallaro:

Matteo .... chi ti scrive sono i " Cittadini stanchi " un gruppo di persone appunto stanche della situazione in cui versa la nostra città di Albenga da troppo tempo abbandonata e maltrattata dalla politica in generale ... Tra le nostre battaglie, la più importante attualmente è quella per il nostro Ospedale e la sanità ingauna in generale ..... Non vogliamo entrare nel discorso del pubblico / privato e della scelta ormai presa ( dalla regione attuale quindi da Toti e la leghista

Viale senza neanche una minima discussione con noi cittadini ) ossia il prossimo arrivo del privato che dovrebbe appunto rilevare l'intero ospedale che ricordiamo essere nuovo e pagato in gran parte con i soldi della gente del territorio e i loro lasciti ...... Ti vogliamo esporre il problema reale ed attuale che nasce come conseguenza di tutto ciò .... Oramai il nostro ospedale non è più' pubblico ,visto che si sanno gli intenti futuri, riducendo così servizi

,chiudendo reparti, creando liste di attesa mai viste così come mille e mille altri disagi per noi poveri cittadini .....L'ospedale non è ancora privato tanto che il bando deve essere ancora formulato ufficialmente

....ll risultato è il nulla !!! la Viale e la gestione regionale della sanità ingauna hanno creato un vero e proprio buco di servizi ... quasi un blocco ...che in materia di salute ,come ben capirai ,vuol dire spesso vivere o morire ....Il nostro gruppo non nasce come politico o schierato ....noi vogliamo baipassare questa brutta politica locale e regionale , unendoci con chiunque abbia, in quel momento ,il nostro stesso intento ed obbiettivo .Studiamo il da farsi rimanendo

nell'ambito della legalità ....Abbiamo fatto comunicati a riguardo... abbiamo provato a toccare nel vivo l'orgoglio cittadino dei nostri rappresentanti ...abbiamo manifestato davanti all'ospedale in solidarietà ad un nostro compagno che purtroppo sta vivendo una terribile odissea sanitaria ....diciamo che le abbiamo provate tutte ..... Ora siamo prossimi a fare un esposto raccogliendo firme e testimonianze per cecare almeno di far colmare questo assurdo buco gestionale ,sperando poi che il privato arrivi e che non sia l'ennesima delusione per il popolo ingauno

......Quello che ti chiediamo è il tuo interessamento a riguardo ....Ti chiediamo di farti carico del problema e di tirare le orecchie alla tua rappresentante Sonia Viale ,visto che da mesi, anzi da un’ anno ,chiediamo che venga magari insieme a Toti, a spiegarci le cose, i dettagli ,i tempi riguardo alla loro idea oramai messa in atto ....con un assurda arroganza .Si è sempre sottratta all'incontro pur se invitata anche dal

Sindaco e da alcuni esponenti del mondo sanitario locale come medici, primari, e personale vario, e invitata da noi cittadini ,ossia i primi che purtroppo vengono a rimetterci ......Come sai ,la zona del nostro territorio ha spesso contribuito ai vostri voti ( anche io che scrivo anni fa ero leghista ...ma questa è un'altra storia ) ....Come mai ,ci chiediamo, vi è una così grossa mancanza di rispetto nei confronti di un'orgogliosa e meritevole città come è Albenga ?

Non sarebbe meglio per tutti ,visto il tema così prezioso, magari parlare ,discutere , forse anche in modo schietto e sincero, ma trovare una linea comune

di intenti per far si che il passaggio tra pubblico / privato non sia così dannoso e odiato dai noi cittadini

? Ma davvero siamo arrivati al punto che ai cittadini non è più neanche dovuta una spiegazione adeguata onesta e veritiera ? Non credo che tu voglia essere "il capitano " di questo tipo di comportamento e neanche credo che tu voglia perdere i consensi che parte del nostro territorio ti ha sempre riconosciuto ...... Da noi la Viale è persona non gradita, visto il suo atteggiamento che ancora oggi si ostina a mantenere se non peggiorare e questo a prescindere dalla singola idea politica ,non credo ti faccia onore perché lo fa a nome tuo ...a firma lega .............Concludiamo questa lettera facendo notare che tutte queste

parole, precisazioni e domande avremmo in parte voluto ,ma di certo potuto esporle durante il tuo comizio in piazza tenuto oggi, ma siccome non troviamo giusto rovinare una manifestazione democratica , sperando che questo comportamento venga da te premiato con una celere risposta ,nel frattempo aspettiamo ...così come continuiamo ad aspettare la sanità che, per diritto ,ci spetta ................ ps ... questa nostra lettera la daremo anche agli organi di stampa locale ,e nazionale per dimostrare il nostro impegno ,così come avremo piacere di dare presto anche la tua risposta ,sperando di dimostrare il tuo impegno. firmato "cittadini stanchi "

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci