Matteo Cangiani: L'emergenza profughi non può essere risolta dai sindaci

La replica al primo cittadino di Tovo San Giacomo Alessandro Oddo

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

"Appello ai privati del Comune di Tovo San Giacomo: 'Servono case per i profughi, noi ne abbiamo'. Una decisione presa unilateralmente ma che non potrà trovare consenso tra i cittadini ma solo una "lecchinata", e qualche giorno di popolarità, nei confronti del Prefetto di Savona - Il sindaco dovrebbe essere il portavoce dei propri cittadini e metterli a disposizioni del presunto business delle cooperative sull'accoglienza mi pare sia vergognoso".

"Le conseguenze a livello nazionale di questo tipo di accoglienza senza regole e senza una giusta distribuzione di migranti/richiedenti asilo (ricordo che la maggior parte di essi sono clandestini) si conoscono e non serve elencarle perché sarebbe una perdita di tempo".

"Il nostro territorio è e deve restare di vocazione turistica cercando di trovare soluzioni che incrementino l'investimento a favore di chi vorrebbe venire a trascorrere week end o ferie nella NOSTRA(!) amata terra. Cerchiamo di non dare "il via" ad una invasione incontrollata e senza regole!".

"Non sono razzista e non voglio neanche apparire tale perché offenderebbe la mia persona. Amo le cose fatte con criterio, programmate e con delle regole e finché la distribuzione sul nostro territorio italiano di questa povera gente, che scappa dalla fame e dalla guerra e che presumibilmente qualcuno ci "mangia sopra", non sarà ben pianificata IO DICO NO! - conclude Matteo Canciani - Caro sindaco... Ai posteri l'ardua sentenza..."

C.S,

Matteo Canciani
Forza Italia
Movimento "Politica per passione"

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci