L’annullamento del concerto dei Buio Pesto sta diventando a Savona un caso politico

Su Facebook accuse pesanti di Morini.

Ferrari Innovations

È stato il post pubblicato poche ore fa su Facebook da Massimo Morini, esponente dei Buio Pesto, a far scoppiare un caso politico nel capoluogo, dagli esiti ancora imprevedibili.

Nel post, del quale riassumiamo i concetti generali (ciascun lettore può comunque leggerlo integralmente subito dopo questo paragrafo) Morini sostiene come la giunta precedente non gradisse una loro esibizione mentre quella attuale avrebbe fatto suonare la band come, lo afferma testuale il cantante, un debito di riconoscimento. L’esibizione dei Buio Pesto era stata concordata in un primo tempo a Capodanno ma poi l’evento saltò perché non si trovarono i fondi sufficienti per allestire la tradizionale serata di S. Silvestro, nata e diventata un appuntamento di richiamo grazie soprattutto a Sandro Chiaramonti, allora capo redattore della redazione savonese de La Stampa. Fallita quella data si rimediò, sostiene ancora Morini, per una serata estiva fissata, per il 22 luglio. Ma anche questo evento saltò, pochi giorni prima ancora per la mancanza di fondi.

https://www.facebook.com/massimo.morini.73/posts/10156556440334552

Ed è qui che scoppia il caso politico in quanto Morini, il quale ricorda che non replicherà al suo post, prende di mira, oltre al sindaco Ilaria Caprioglio, l’assessore alle manifestazioni Maurizio Scaramuzza al quale chiede esplicitamente di dimettersi.

Le critiche politiche alla band dei Buio Pesto stanno arrivando numerose in questi minuti e non soltanto da parte della maggioranza. Anche esponenti della Giunta precedente non risparmiano accuse al cantante, come l’ex vice sindaco Livio Di Tullio: «Davvero non riesco a capire il suo post e comunque se l’attuale giunta ha promesso di farlo esibire come debito di riconoscimento si faccia chiarezza su questo».

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci