La musica piange la scomparsa di David Zard

Portò in Italia i grandi artisti internazionali

  • Guglielmo Olivero
  • meno di un minuto (136 parole)
  • Spettacolo
  • lutto
Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Quando è arrivato lui i concerti sono cambiati, nell’organizzazione, nell’allestimento del palco, nel rapporto con i grandi della musica. David Zard, che si è spento oggi pomeriggio, ha davvero cambiato volto a quelli che negli anni ‘80 erano i concerti organizzati in Italia e all’estero. Con lui tutto cambiò, ad iniziare dall’ordine con il quale si svolgevano i grandi appuntamenti negli stadi italiani. In Italia, grazie a lui, sono arrivati i grandi artisti da Lou Reed ai Pink Floyd, da Madonna a Rolling Stones. Grandi serate, grandi eventi, con un’organizzazione perfetta nella distribuzione dei biglietti. Era un grande produttore e così è stato fino all’inizio del 2000 quando Zard aveva intuito che questo rapporto era esaurito e la passione si dirigeva in altre strade, prima delle quali il musical ed in particolare Notre Dame De Paris.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci