La giornata piu’ afosa e a la pioggia non cadra’

Il muro di alta pressione destinato a salire si potenzierà dal 5 luglio

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Quella che sta per concludersi è stata la giornata più calda degli ultimi anni, almeno a proiezione nazionale. Del resto quando a Ferrara (ed in altre zone dell’Emilia, della Lombardia e del Piemonte) la temperatura percepita è di 47 gradi ci vuol ben poco a fare raffronti. E anche nel ponente ligure la situazione è stata pesante, aggravata da una cappa molto umida e totale assenza di sole che ha alimentato malori, con interventi delle pubbliche assistenze.

Chi sperava di respirare la prossima settimana andrà deluso: le previsioni confermano che la grande calura andrà avanti ad oltranza, salvo interruzioni brevissime (massimo un giorno). In questi ultimi giorni i siti nazionali parlavano di un repentino cambio di aria e di abbassamento delle temperature nella prossima settimana. Oggi hanno ritrattato affermando che qualche fenomeno temporalesco al limite ci sarà sulle Alpi.

Il muro di alta pressione è invalicabile e si potenzierà dal 5 luglio, quando le temperature saliranno ancora. Ed anche agosto non sembra dare spazio a chi spera in abbondanti precipitazioni. Il tutto aggraverà il problema della siccità diventato adesso apertura di giornali, siti internet e altri mezzi. Non ci voleva forse un decreto del Cdm per capire, come stiamo facendo noi da un paio di mesi, che la situazione è grave e destinata a peggiorare.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci