La Brignone è terza nel gigante olimpico e si salva nella delusione azzurra

Il bilancio dopo sei giornate è sotto le aspettative.

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Sono stati numerosi i savonesi e gli appassionati sportivi della Riviera di Ponente che questa mattina hanno puntato la sveglia prima del solito per seguire la seconda manche del gigante femminile alle Olimpiadi Invernali. E in parte alzarsi prima e mettersi davanti alla televisione ha avuto il suo appagamento considerato che Federica Brignone ha conquistato una splendida terza posizione, confermando quella della prima prova andata in scena alle 2.

Federica dunque sale sul podio ma dopo sei giornate il bilancio del medagliere azzurro è molto sotto le ottimistiche previsioni del Coni. Proprio nel gigante di oggi erano date per sicure due medaglie, ma le altre azzurre, e soprattutto la Moelgg, che comandava dopo la prima prova hanno deluso. Mancano all’appello le medaglie dello slittino che ha già concluso il suo programma e nello sci alpino quelle della libera maschile, disputata questa notte senza nessun azzurro sul podio. Tempo di rimediare c’è ancora: abbiamo ancora carte nello sci, nel biathlon, nello short-track e nel fondo. Ma ora, per rispettare i pronostici, sarà vietato fallire.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci