Il triste declino dello stabilimento Testa di Albenga

Rischi altri licenziamenti entro fine anno

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Gli albenganesi ricordano come la fabbrica Testa fosse un motivo d’orgoglio per la piana, insieme al Noberasco, Sommariva, Orsero. Ricordano quando la ditta aveva a libro paga un centinaio di dipendenti, tutti orgogliosi di lavorare per questo orgoglio ponentino. Lo stabilimento, che lavora caffeina, ha iniziato a subìre una grave crisi quando una notissima bibita gassata ha rinunciato in gran parte ai fondi del caffè per creare l’alternativa light.

Un autentico colpo al cuore, una crisi gravissima che ha portato, insieme ad altri elementi, a ridurrre a 35 il numero dei dipendenti. Ora anche questo numero, proprio sotto Natale, è destinato a ridursi in quanto l’azienda ha comunicato che ci saranno altri quattro licenziamenti.

I sindacati non ci stanno ed hanno convocato per i prossimi giorni un’Assemblea nella quale verranno discusse le nuove decisioni aziendali. Possibile che i lavoratori licenziati possano magari essere trasferiti, ma su questo non ci sono notizie sicure.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci