Il Real nella Storia, Per la Juventus ancora un Duplete

Sale a mille il bilancio provvisorio dei feriti, due sono gravi per i fatti in piazza San Carlo di Torino. Delusione e sconcerto ieri sera per i tanti tifosi e non.

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Duplete! La Juventus fallisce, ancora una volta, l’assalto alla conquista della Champions League e si consola con la innegabile superiorità italiana che l’ha portata a conquistare il sesto scudetto consecutivo e la Coppa Italia.

Ma in Europa (e non certo soltanto per i bianconeri) è un’altra storia, soprattutto quando l’avversario è il Real che, alla faccia degli esperti che parlavano di una squadra appagata, ha alzato la terza Coppa in quattro anni (in mezzo il Barcellona, guarda caso vittorioso in finale proprio con la Juventus).

Detto che quando si arriva in finale si è fatto comunque molto e che certo allenatore e giocatori non meritano critiche eccessive (se non un secondo tempo francamente arrendevole) va aggiunto che il gap tra le squadre italiane e quelle dei maggiori campionati (inglese, spagnolo, tedesco) rimane ancora molto alto.

Del resto il nostro campionato, come ben sanno gli appassionati, è modesto, con partite inguardabili e con grandi squadre che in classifica sono superate dalle medio-piccole: sintomo che qualcosa non va.

Delusione dunque massima ieri sera per i tanti tifosi che si erano radunati davanti ai maxi-schermi. Fortunatamente ad Albenga, Alassio, Savona ed in altri centri dove tanti appassionati si sono radunati per assistere al match, tutto è filato tranquillo, al contrario di quanto accaduto a Torino, dove sale di ora in ora il bilancio dei feriti per quanto avvenuto in Piazza S.Carlo. Ora i feriti gravi sono due, soprattutto un bimbo di quattro anni in condizioni disperate. Ben mille il bilancio provvisorio dei feriti.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci