Il nuovo mercato del lunedì di Savona tra cambio di sede e sicurezza

Intervista a Pietro Carella

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Quando il mercato del lunedì di Savona si trasferirà dall’attuale collocazione ad altre zone centrali della città sarà un giorno storico perché intere generazioni sono cresciute con l’attuale sede. Tutto cambia e presto (se tutto andrà secondo copione entro settembre) il mercato, per ora molto “concentrato” in una piazza, sarà diviso in diverse zone, per i vari settori di vendita. Sarà soprattutto la zona tra i giardini di Piazza del Popolo e via Paleocapa quella interessata. Del nuovo corso del mercato ci parla Pietro Carella, un personaggio molto conosciuto in città, e non soltanto per il suo storico banco. Carella ha alle spalle esperienze in campo commerciale, politico e sportivo e se il Legino Calcio oggi è una realtà consolidata a livello regionale il merito è quasi tutto suo, anche se spesso la sua modestia non lo vuole riconoscere.

«Diciamo che in tutte le cose che cambiano - osserva Carella - ci sono gli aspetti positivi e quelli negativi. Le perplessità è legata proprio al fatto che il mercato di Savona, molto concentrato in una propria area, si espanderà e questo, secondo alcuni, potrebbe avere ripercussioni negative».

Carella si sofferma poi su un altro aspetto venuto drammaticamente alla luce negli ultimi giorni, quello del terrorismo: «Credo che da questo punto di vista con l’amministrazione comunale si siano trovate delle ottime soluzioni. Sono state create vie di fuga ma soprattutto saranno installati lungo tutto il mercato dei “blocchi” che aumenteranno la sicurezza»

Non resta che attendere e vedere se l’esperimento del nuovo mercato porterà riflessi positivi a tutta la città.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci