Il mondo con il fiato sospeso per la tensione Corea-USA

Ora dopo ora sembra essere passato il punto di non ritorno.

Profumeria Simonini

Il mondo è con il fiato sospeso, come nel 1991, nelle ore imminenti della Guerra del Golfo. O come nel 2001, dopo l’11 settembre che distrusse le Torri Gemelle. Adesso, forse più di allora, si avverte un grandissimo momento di alta tensione, con la Corea del Nord che per bocca del suo pazzo presidente ha dichiarato ormai imminente un test con bomba all’idrogeno sul Pacifico. Le conseguenze di un evento simile sarebbero disastrose per non dire apocalittiche perché in quel caso non si farebbe attendere la risposta americana.

Gli analisti internazionali, che si contendono le interviste nei principali network di allnews, si soffermano anche sui rischi altissimi di radiazione che investirebbero gran parte del mondo asiatico. E a gettare benzina sul fuoco, in queste ore drammatiche, anche l’Iran, dopo che sembra ormai essere venuto a meno la storica firma durante la presidenza Obama che aveva lasciato intravedere un futuro pacifico su quell’area.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

Borghetto Revisioni