Il Legino cresce e dirà la sua, parola del presidente Piero Carella

Nessuna euforia dopo la cinquina rifilata al Borzoli.

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Il suo amore per il Legino è infinito e non ha mai ceduto al canto di altre sirene. Piero Carella, dopo la domenica che ha visto la sua squadra trionfare sul campo del Borzoli (5-0), è ottimista del cammino che la sua squadra potrà compiere nel girone di ritorno della Promozione: «Siamo in una situazione di classifica tranquilla, a metà del guado dove possiamo, con qualche risultato, agganciare le posizioni che contano ma anche, perdendone un paio, rischiare di essere agganciate a quelle che lottano per la salvezza».

E non a caso dopo la partita vinta ieri con cinque gol di scarto, quando si chiede chi ieri meriti una menzione particolare, Carella non ha dubbi: «Credo che un alto voto in pagella meriti il portiere Cappelli autore di tre splendidi interventi quando eravamo in vantaggio di una rete. Parate che ci hanno consentito poi di mettere al sicuro il risultato».

Il Legino, da sempre, crede nei giovani e giovane è la squadra messa in campo in questa stagione: «E come tutti sanno - conclude - quando ci si affida ai giovani tutto, soprattutto nella prima parte, può accadere. Ma ora la squadra è amalgamata e può fare bene».

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci