Il Collezionismo Sportivo si raduna a Garlenda

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Quanti appassionati di sport vorrebbero rivedere le prime pagine di eventi rimasti scolpiti nella memoria?

Dai Mondiali dell’82 in Spagna, alla finale della Coppa dei Campioni (allora si chiamava così) persa dalla Roma, ai rigori, dal Liverpool. E ancora altre imprese soprattutto di calcio e ciclismo che rimangono gli sport più amati dal pubblico e che la Gazzetta dello Sport ha seguito anno dopo anno. Questi autentici cimeli potranno essere ammirati sabato 8 luglio nelle Opere Parrocchiali di Garlenda, nell’ambito della tre giorni dedicati al sessantesimo anniversario del Raduno delle 500.

Spiega Bruno Fadda, uno degli organizzatori della manifestazione: "La Gazzetta dello Sport, della quale vedrete pagine entrate nella storia del giornalismo, è nata nel 1896 ed il suo primo editore, Raffaele Sanzogno, volle inizialmente stamparla in carta verdolina, per poi diventare gialla l’anno successivo e rosa nel 1899. Presenteremo nell’occasione prime pagine di imprese calcistiche, ma dove erano presenti anche altre discipline e soprattutto il ciclismo. Sicuramente tutti gli appassionati si raduneranno per rivedere le pagine del giornale e tornare, per qualche minuto, più giovani"

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci