Sport: il castigo è finito e il CIO riabilita la Russia

Vanno in archivio le accuse di doping.

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

La condotta esemplare tenuta dagli atleti russi alle Olimpiadi Invernali da poco in archivio non è stato vano. Il CIO, dopo aver escluso la Russia alle ultime edizioni dei Giochi (con gli atleti che gareggiavano con la bandiera a cinque cerchi e senza inno alla conquista delle medaglie), ora ha pensato di riabilitarla, anche se questa decisione, presa con molta fretta, sta creando diversi sospetti. Qualcuno pensa che ci sia stata una pressione verso i membri del CIO da parte di alti funzionari russi, altri invece ipotizzano che la decisione errata sia stata invece quella di un’eccessiva severità nei confronti di una nazione a discapito di altre dove le regole dello sport sono spesso eluse. Di certo da oggi inizia una nuova era che porterà ai Giochi Estivi di Tokyo la nazionale russa al completo, con tanto di bandiera ed esecuzione dell’inno.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci