I Pronto Soccorso della Liguria alla prova dell’Epifania

Il bilancio si potrà tracciare lunedì quando, terminate le ferie natalizie, la situazione tornerà normale con i Pronto Soccorso al completo.

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

La parola d’ordine è quella di non ripetere le scene viste tra Natale e Capodanno con i Pronto Soccorso della Liguria simili a quelli di una coda sulla tangenziale. Un intasamento che ha creato problemi nel genovese e nel ponente ligure e per il quale non è difficile trovare le cause, con in primis l’aumento delle presenze turistiche.

Ma, senza girarci troppo intorno, è indubbio, in un fenomeno tutto italiano che le “code” si sono verificate per la diminuzione delle presenze del personale sanitario. E allora ecco che si corre ai ripari per questo fine settimana dove, secondo gli esperti, si dovrebbe realizzare anche un picco delle influenze. A Genova sono stati precettati i medici di famiglia, alcuni dei quali potranno operare nelle strutture del Pronto Soccorso. A Savona e Pietra Ligure personale potenziato e l’augurio che l’intasamento e le tante ore di attesa per coloro che sostano al Pronto Soccorso si riducano.

Il bilancio si potrà tracciare lunedì quando, terminate le ferie natalizie, la situazione tornerà normale con i Pronto Soccorso al completo.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci