Ginetta Perrone:"La toppa alla gaffe dell'Onorevole Di Battista è peggio del buco..."

Per Di Lieto,incalza la Perrone. basterebbe già replicare con una bella pizza alla diavola

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Ginetta Perrone, consigliere comunale di Forza Italia, risponde a Francesco Di Lieto, consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle. Di seguito le parole di Ginetta Perrone nel comunicato stampa:

"Alle considerazioni dell'ultima ora sulla sanità albenganese, espresse dal consigliere comunale M5S Di Lieto, basterebbe già replicare con una bella pizza alla diavola. Sarebbe in questo caso più appropriato, date le inconsistenti giustificazioni tirate in ballo dall'anonimo consigliere comunale pentastellato, per coprire la gaffe dell'Onorevole Di Battista, sabato pomeriggio ad Albenga, in materia di sanità.

Sì, perchè il nostro Parlamentare M5S, oramai in scadenza, è arrivato ad Albenga per sparare due nomi a caso di centro destra e centro sinista ed etichettare così la mala sanità ligure, senza ricordare che ad oggi il centro destra, quando ha governato in Regione Liguria (epoca Biasotti) e quando ha governato la Nazione (epoca Berlusconi) ha ottenuto per Albenga un nuovo ospedale che dal punto di vista infrastrutturale costituisce un motivo di orgoglio.

Purtroppo (Di Battista non era stato informato) il decennio di Claudio Burlando, con il silenzio assenso del piddino Franco Vazio, ha depauperato di reparti e specialità il nostro Santa Maria di Misericordia, che a poco a poco, l'attuale governatore ligure Giovanni Toti sta cercando di riorganizzare con un nuovo Pronto soccorso h24. Comprendiamo bene l'imbarazzo del Di Lieto di fronte alla grossolana figuraccia dell'Onorevole Di Battista, siamo certi che lui come il parlamentare a parole fanno tanti discorsi sulla sanità pubblica e poi quando hanno un problema di salute, si rivolgono in fretta e furia alla sanità lombarda, pur con aggravio di costi alle casse regionali liguri, perchè la considerano meglio organizzata e più efficiente. Per loro, il M5S questo doppiezza è normale, basti pensare che il loro candidato premier, Luigi Di Maio, che ne ha sempre una per tutti, ha fatto come unico lavoro nella sua vita quello dello steward allo stadio San Paolo, per poter guardare le partite del Napoli. Insomma lo scroccone".

C.S.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci