Genova, inaugurato il 25° salone orientamenti. Ben 49.000 gli utenti coinvolti su tutti i canali

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

GENOVA. Si è aperto il 25° Salone Orientamenti, il primo evento nazionale sull'orientamento, sulla formazione e sul lavoro che ha scelto il "saper cambiare" come parola chiave. Una prima giornata contraddistinda da una partecipazione di ben 49.000 utenti: l’inaugurazione è stata seguita da quasi 23.000 persone (10.867 sulla pagina Facebook, 11.781 tramite il sito www.orientamenti.regione.liguria.it), mentre nel pomeriggio sono stati 13.247 gli utenti che hanno seguito i main events sul sito e altri 6.067 su pagina facebook a cui vanno aggiunti i 7000 partecipanti ai quasi 100 webinar della prima giornata. Un coinvolgimento totale di 49.000 utenti che testimonia il valore del progetto e del programma costruito.

All’inaugurazione, insieme al presidente di Regione Liguria Giovanni Toti e all’assessore alla formazione, alla cultura e alle politiche sociali Ilaria Cavo, sono intervenuti l’assessore allo sviluppo economico Andrea Benveduti, il Sindaco di Genova Marco Bucci, il Pro Rettore dell’Università di Genova con delega all’orientamento Marco Giovine, il vicepresidente di Camera di Commercio di Genova Massimo Giacchetta, il direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria Ettore Acerra e il Presidente di Porto Antico Mauro Ferrando. A chiudere l’inaugurazione, in video collegamento da Roma, il Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina.

Ospiti d’onore Carola e Vittoria, le due tenniste che con la loro sfida sui tetti di Finale Ligure durante il lockdown hanno dato un segnale di saper reagire al mondo. E poi Greta Stella, fotografa e volontaria della Croce Rossa, riconosciuta cavaliere al merito della Repubblica e Carlotta Fiasella, conosciuta per tik tok ma che oggi, con un suo racconto molto personale, ha svelato la forza arrivata dalla “rete” per affrontare un suo problema personale.

Sono loro, quattro donne, i primi simboli del cambiamento”, sottolinea Ilaria Cavo. “Sono le loro parole, le loro emozioni, le lo loro storie a tracciare la rotta di questo Salone Orientamenti. E con loro Giacomo Manfredi, tra i 25 migliori liceali italiani, alfiere della Repubblica. E Pietro Salini, Ceo di Webuild, che questa mattina ha spiegato ai ragazzi l'importanza di saper cambiare le proprie scelte (lui che da giovane non aveva subito intrapreso quella poi diventata definitiva) e come cambia il lavoro in una grande azienda ai tempi del covid.

“E’ slancio importante e un segnale importante quello che arriva dagli studenti. Questa mattina, di fronte a un problema tecnico sulla piattaforma saloneorientamenti.it, hanno saputo cambiare percorso e spostarsi sul sito istituzionale www.orientamenti.regione.liguria.it e sulla pagina facebook @SaloneOrientamenti. Così sono riusciti a seguire “live” tutti i grandi eventi, i webinar e i seminari organizzati per questa giornata”.

ETT, l’azienda che su appalto ha sviluppato la nuova piattaforma del Salone, si è scusata con tutti gli iscritti per l’inconveniente tecnico dovuto al malfunzionamento di un servizio gestito in cloud e ha assicurato per le seguenti giornate un ripristino integrale delle funzionalità della piattaforma.

“Alla luce di 49.000 presenze, un dato senza dubbio straordinario, ringrazio tutti color che ci hanno seguito e che hanno saputo cogliere lo sforzo e il valore di questa proposta, dei tanti testimonial che oggi hanno partecipato agli eventi e degli oltre 100 webinar organizzati. Dai ragazzi, dai genitori e dai professori una grande dimostrazione di interesse e legame al progetto Orientamenti; dalle opposizioni, di fronte a un problema tecnico, solo un’altra polemica sterile e miope. Per fortuna i giovani sanno guardare avanti, al futuro”.

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci