Genova: Il sindacato della Polizia di Stato denuncia in una lettera al Questore che è sempre difficile lavorare

Poliziotti sempre in prima linea ma non accettano la logica illogica del “Grande Fratello” alimentata da chi cavalca la demagogia.

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Signor Questore, stanno aumentando in modo preoccupante i comportamenti d’intolleranza, aggressioni, resistenza nei confronti delle forze dell’ordine di Genova. Poliziotti, Carabinieri, Finanzieri e operatori della Polizia Municipale.Ogni giorno diventa sempre più difficile per chi lavora democraticamente, nel rispetto delle regole intervenire per controlli preventivi anti spaccio, interventi in abitazioni, oppure far rispettare le regole anti covid-19. Non si può lavorare con lo stress di essere continuamente al centro di un “Grande Fratello” con il pensiero di essere giudicati come violenti.Gli errori di pochissimi non possono e non devono essere assolutamente strumentalizzati e ricadere sulla professionalità di chi lavora in mezzo alla strada.

In Italia operano ogni giorno migliaia e migliaia di poliziotti ed è a dir poco paradossale che nelle strade e piazze genovesi donne e uomini in divisa debbano lavorare in un ambiente ostile che fa aumentare la demotivazione. Un segnale preoccupante per una città democratica come quella di Genova. Si tratta di un fenomeno pericoloso alimentato quotidianamente da chi cavalca demagogicamente la cultura dell’intolleranza.

Personaggi che dai loro comizi elettorali decidono di volta in volta chi colpire mediaticamente per attirare consenso, puntando sempre il dito verso il punto dove il consenso è più appetibile. Scellerati!

Per questo Signor Questore, attraverso questa lettera chiediamo a Lei, riferimento e titolare tecnico dell’ordine pubblico sul territorio genovese, di far sentire la sua autorevole voce istituzionale a tutela della professionalità delle donne e uomini della Polizia di Stato che operano a Genova prima che si arrivi a registrare i gravi episodi che si stanno verificando in molte città italiane. Prima di tutto bisogna cercare di mantenere gli equilibri per poter lavorare in tranquillità in mezzo alla gente che ci chiede sicurezza e ci rivolgiamo a Lei per questa priorità, consapevoli anche dell’importante ruolo svolto dal sindacato che se ascoltato contribuisce a migliorare non solo le condizioni lavorative della categoria ma anche la funzionalità degli Uffici della Polizia di Stato a partire dalla necessità di migliorare e rafforzare gli organici e le risorse a disposizione dei poliziotti genovesi. Argomenti che affronteremo al più presto auspicando un’apertura concreta da parte dell’Amministrazione che Lei rappresenta in qualità di Capo della Polizia di Genova.

Genova, 25 Agosto 2020

S I A P - Roberto .Traverso

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci