Ecco come vedremo il campionato italiano da settembre

Tutto su Sky che chiede l'embargo delle immagini in chiaro

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Dopo aver anticipato l’assegnazione dei Mondiali di calcio a Mediaset e la Formula 1 a Sky oggi vi annunciamo l’assegnazione dei diritti televisivi della serie A di calcio, per le prossime tre stagioni.

La Lega calcio è rimasta profondamente delusa dalle offerte proposte da Sky e Mediaset Premium (dove da oggi non è più presidente Adriano Galliani) circa il pacchetto relativo a dodici squadre, quelle medio-piccole per intenderci. Tanto che, ancora intorno alle 18, è paventata l’idea che la Lega Calcio si consegnasse agli spagnoli di Mediapro, intenzionati a mettere sul piatto un’offerta decisamente interes

sante. A questo punto, intorno alle 19, Sky ha rilanciato, ha alzato l’offerta e annunciato di volersi prendere tutte le partite del campionato per il prossimo triennio. Ma a condizioni ben precise: basta con il calcio in chiaro, basta con Novantesimo Minuto ed altre trasmissioni visibili a tutti e che penalizzano gli abbonamenti. Dalla prossima stagione, con tutte le partite spalmate (altra novità) non ci potranno più essere immagini in chiaro fino alla mezzanotte per le partite del pomeriggio e al lunedi per le gare giocate alla domenica sera. Con queste condizioni Sky, già forte dell’esclusiva della Formula 1, conta di aumentare del 20% gli abbonamenti, stagnanti nelle ultime due stagioni

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci