Dodici rinvii a giudizio e nomi eccellenti per un’indagine su prostituzione minorile

Trema la Genova Bene, tra gli indagati liberi professionisti

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Dodici rinvii a giudizio e non è detto che l’inchiesta, coordinata dal procuratore Piercarlo Di Gennaro, possa portare ad altri clamorosi sviluppi.

A finire nei guai sono imprenditori, liberi professionisti (tra i quali un architetto ed un ingegnere) della Genova Bene che contattavano giovani tra i 14 e 16 anni on-line, attraverso anche chat comuni.

A far scattare l’allarme sono stati, circa un anno fa, i genitori di un ragazzo minorenne che non aveva sufficientemente protetto la sua posta elettronica. Da qui il via alle indagini condotte anche dalla polizia postale genovese.

I ragazzi contattati venivano poi invitati in ville del genovese per festini e a loro venivano regalati soldi o vestiti in cambio di prestazioni sessuali.

Non è escluso che dopo i primi interrogatori possano scattare ulteriori provvedimenti.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci