Crack Siri: l’amministratore fuggito in Sudamerica?

Voci sempre più insistenti da questa mattina.

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Albenga. Da questa mattina circolano voci, sempre più diffuse, di una fuga all’estero, e precisamente nel Sudamerica, dell’amministratore condominiale Massimo Siri, responsabile di numerosi illeciti nei confronti di una cinquantina di condomini della città. Nei supermercati, nelle vie principali della città, come una “freccia che dall’arco scocca”, per citare il poeta De Andrè, le voci si rincorrono prima di trovare quasi una sicurezza nelle parole di un proprietario di un appartamento nelle vie centrali: «Ho avuto voci di persone che lo conoscono molto bene che Siri è andato all’estero da una settimana e credo che ad Albenga non metterà più piede». Gli fa eco Mariella, altra che dovrà riversare le cifre mancanti al nuovo amministratore: «Si, Siri dicono sia andato via, forse era l’unica soluzione visto i nemici che si era fatto qui».

Però per alcuni rimangono dubbi: ammesso (e non concesso) che l’ex amministratore condominiale sia volato via, con quali soldi potrà mantenersi in un altro Paese? Per quanto accumulato difficilmente potrebbe vivere di rendita, come altri personaggi che si sono dati alla macchia.

Intanto dalle prime assemblee condominiali emergono i primi dati: in alcuni condomini, soprattutto della zona a mare, gli ammanchi sarebbero notevoli, mentre minori sarebbero i danni arrecati in altri, come quello di Casa Alta in Piazza Matteotti.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci