Mediagold.it

Notizie, turismo, attualità e curiosità della Liguria e non solo

Conferenza stampa dei sindaci della Val Maremola, Borgio Verezzi, per ll ritardo al collegamento del depuratore di Borghetto S.S.

Tempo di lettura: 1 minuto

Seduta straordinaria dei Sindaci riunitisi a Pietra Ligure, per il mancato completamento dei lavori di collegamento dei Comune della Val Maremola al depuratore consortile, gestito dalla Servizi Ambientale, la società a partecipazione pubblica, contro la quale è stato annunciato un mandato all’avvocato genovese Lorenzo Cuocolo, per grave inadempienza.

Per il progetto di collegamento del comprensorio pietrese da 6 milioni di euro, approvato lo scorso anno dalla conferenza dei servizi, ad oggi difetterebbe dei finanziamenti e di un cronoprogramma definitivo.

«La goccia che ha fatto traboccare il vaso – ha spiegato il sindaco di Pietra, Luigi De Vincenzi – è stato l’ultimo bilancio di Servizi Ambientali (approvato solo dai Comuni di Loano e Ceriale) che ancora una volta non prevede un business plan che consenta di sapere quando il territorio della Val Maremola, che ora è collegato solo per il 35% di Pietra, verrà definitivamente allacciato al depuratore consortile. Pietra Ligure ha versato in questi anni ben 8 milioni di euro di quote per la depurazione, ma ad oggi non esiste una prospettiva realistica sull’ultimazione dei lavori».

Auspicabile e necessario l’intervento politico-amministrativo della Regione che, oltre a sbloccare la situazione di apparente stallo, sostenga con finanziamenti mirati al completamento degli impianti per la depurazione, con la trasparenza su modalità e tempi di realizzazione delle opere, per le quale i Comuni interessati, da anni, contribuiscono con versamenti milionari.

Sulla questione è intervenuto anche il sindaco di Borghetto (socio di maggioranza della società insieme al Comune di Loano), Giancarlo Canepa: «Esprimo solidarietà nei confronti della Val Maremola per essere a tutt’oggi ancora priva del collettamento a Borghetto. Sono anni che versano risorse alla società e le loro legittime aspettative sono ancora in stand by. Come esponente della Lega mi farò carico di sensibilizzare sull’argomento i rappresentanti regionali del mio partito per cercare di sbloccare positivamente la situazione».

image_pdfScarica il PDFimage_printStampa
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: