Caso Siri: I condomini invasi da fatture da pagare. Lunedì le prime assemblee

Il dissesto potrebbe superare il milione e mezzo di euro.

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

La prossima settimana si saprà con maggior certezza l’ammontare del “buco” lasciato dall’amministratore condominiale Massimo Siri ai cinquanta palazzi che aveva in cura. Ma non è difficile fare i conti dopo che i condomini danneggiati si sono ascoltati e fatto ciascuno un bilancio del dissesto. E non è arduo pensare che il conto sia da capogiro, da un milione e mezzo e due milioni di euro.

Intanto negli ultimi due giorni diversi palazzi, come quello di Casa Alta in piazza Matteotti, si sono trovate le cassette della corrispondenza colme di fatture da pagare: sono soprattutto imprese di pulizia e singoli individui che reclamano soldi arretrati. Alla Farmacia di via dei Mille il titolare ha spiegato ieri che non sono stati pagati, e forse neppure eseguiti completamente, i lavori per la sistemazione dell’impianto fognario.

Lunedì intanto si svolgeranno le prime assemblee che nomineranno i nuovi amministratori condominiali destinati poi a comunicare il passivo ed i soldi da versare (nuovamente) dai vari padroni di casa.

E Siri? Una fonte sicura afferma che l’amministratore condominiale sia ad Albenga e che non abbia alcuna intenzione di trasferirsi all’estero, come hanno fatto invece altri soggetti della zona dopo aver lasciato in difficoltà tante persone.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci