Per la Boetto: Alla Piaggio un giorno si parla di lavoro ed il giorno dopo di licenziamenti

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

"Come una bastonata osserva Paola Boetto della Rsu di Villanova d’Albenga - fuori dalle intese assunte anche nell'ultimo incontro del 28 luglio al ministero dello sviluppo economico, dove l'azienda si era impegnata a non procedere con atti unilaterali. L'azienda ha, invece, inviato la lettera di apertura della procedura di mobilità ed ha convocato la rsu domani mattina alle otto per questo motivo".
Tutte le aziende si stanno comportando cosi nel nostro Paese.
Si puo tollerare una situazione così avvilente di ogni regola del vivere civile?
"Come si possono richiamare i lavoratorii a "gestire la transizione" partendo così? Un giorno si parla di lavoro ed il giorno dopo di licenziamenti?"

"Siamo sconcertati, l'azienda ci ha preso di contropiede, non ci saremmo mai aspettati una decisione simile - afferma il segretario della FIOM Cgil Savona, Andrea Mandraccia - I 132 dipendenti per i quali oggi l’azienda ha annunciato la mobilità sono gli stessi che nello scorso incontro al Mise del 28 luglio, l’ad Logli aveva definito esuberi. Questi, inoltre, secondo l’accordo del 2014, dovrebbero rientrare in Piaggio e in Laer. L’azienda si era impegnata a non fare azioni unilaterali invece ora ha cambiato direzione”.

"Di certo chiederemo al governo di accelerare la convocazione del tavolo di ottobre, ma viene da domandarsi se l’intervento della politica serva davvero. Logli aveva detto che fino all’incontro col governo nulla sarebbe cambiato. Non ci sono più regole”.

L'azienda

"Si tratta di una decisione difficile, ma necessaria- commenta l'azienda - coerente con le linee guida del nuovo piano industriale, annunciato alle parti sociali lo scorso mese di luglio, il cui obiettivo ultimo è garantire un futuro sostenibile all'azienda e alle persone che vi lavorano".

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci