Albenga, il sindaco Tomatis: “La comunità ha bisogno aiuto e ognuno di noi deve dare il suo contributo"

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Questa mattina 10 marzo 2020, si é tenuta una riunione del Coc di Albenga per cercate di interpretare al meglio Il DPCM del 9 marzo 2020 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.62.

La prima informazione che occorre specificare è che non esistono più zone rosse, ma l’Italia è diventata tutta zona protetta.

Il sindaco di Albenga Riccardo Tomatis afferma: “Questo è un momento difficile che sta interessando tutto il Paese. La comunità ha bisogno aiuto e ognuno di noi deve dare il suo contributo, in base alle proprie possibilità, per il bene comune.

Per questo fatte salve e richiamate per intero tutte le disposizioni previste dal DPCM invito tutti a rimanere a casa e uscire solo per necessità, salute o lavoro come specificato nelle disposizioni previste nel provvedimento. Inoltre ribadisco che deve sempre prevalere il concetto delle distanze di sicurezza che devono essere mantenute e rispettate così come è necessario evitare assembramenti di persone.

Terminato il periodo di emergenza, ci impegneremo tutti a fare il possibile per essere vicini e far fronte alle necessità delle categorie più colpite da questa emergenza sanitaria, ma adesso deve prevalere la tutela della salute pubblica”.

Conclude il Sindaco : “Il Comune di Albenga continuerà a essere operativo, specie in un momento difficile come questo, infatti, è e deve essere il riferimento per la Città, ciò ferma restando il fatto che per ragioni di opportunità e sicurezza gli uffici sospenderanno il ricevimento diretto e solo in grado di urgenza sarà possibile effettuare una prenotazione telefonica per l’accesso agli uffici”.

Sul sito istituzionale è possibile trovare tutti i recapiti telefonici degli uffici http://www.comune.albenga.sv.it/servizi/notizie/notizie_homepage.aspx

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci