Addio a Biscardi, l’inventore del calcio parlato

Mitico il suo "Processo del Lunedi".

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Le pay tv non c’erano ancora e gli appassionati si accontentavano, in quei tempi, di Novantesimo Minuto e di un tempo di una partita alle 19. Aldo Biscardi, che ci ha lasciato poco fa, intuiva che l’interesse per il calcio, e per le polemiche che ruotavano intorno, era grande nel nostro Paese e si inventò, nel 1981, il mitico Processo del Lunedì. Fu con quella trasmissione che molti iniziarono a conoscere Rai3, diventata poi pilastro di grandi ed inimitabili trasmissioni con il tandem Alessandro Curzi (direttore del Tg3) e Angelo Guglielmi (direttore di rete). Il Processo era la trasmissione di punta e sede di polemiche che incendiavano lo studio. Mitica, quando le voci si accavallavano, la frase di Biscardi: «Per favore, non parlate più di due la volta».

Eppure, pur con i suoi limiti, quella trasmissione fu capostipite di altre che però non riuscirono mai ad imitarla. Quando il calcio entrò prepotentemente nelle case con le dirette del campionato il Processo perse di vigoria, di valore, e Biscardi, che non si voleva arrendere al nuovo che avanzava, lo trasferì su altre emittenti. Ma in ogni caso, per chi amava la sua televisione e chi la contestava, oggi il vuoto è di tutti.

Soave ti sia la terra.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci