ExoMars: fotografata la zona d'impatto del lander Schiaparelli

La camera a bassa risoluzione della sonda MRO della NASA fotografa la zona dell'impatto. L'ipotesi sarebbe quella di una caduta libera più lunga del previsto.

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Sono stati identificati nuovi segni sulla superficie di Marte, che si ritiene siano correlati alla sonda Schiaparelli.

La fotocamera CTX (Context Camera) a bassa risoluzione a bordo della sonda MRO (Mars Reconnaissance Orbiter) della NASA, il 20 di ottobre ha scattato immagini del sito di atterraggio previsto dal modulo europeo, il Meridiani Planum.

L'immagine rilasciata oggi ha una risoluzione di 6 metri per pixel e, confrontata con la stessa immagine scattata a maggio, evidenzia due dispositivi sulla superficie del pianeta rosso: uno più luminoso che potrebbe essere associato al paracadute di 12 metri utilizzato nella seconda fase della discesa di Schiaparelli; l'altro, una macchia scura sfumata di circa 15 x 40 metri situata a circa 1 km a nord del paracute, che potrebbe essere interpretato come risultato dell'impatto al suolo del modulo Schiaparelli, dimostrando una caduta molto più lunga del previsto dopo che i propulsori sono stati prematuramente spenti a causa di un malfunzionamento del software di bordo.

I tecnici stimano che il lander Schiaparelli sia caduto da un'altezza approssimativa compresa tra i 2 e i 4 chilometri, generando un violento impatto a notevole velocità, superiore a 300 km/h e considerato il peso complessivo del modulo di 600 kg.

Secondo Andrea Accomazzo, responsabile delle missioni interplanetarie dell'ESA, Schiaparelli avrebbe rilasciato il paracadute frenante almeno 50 secondi prima del previsto mentre i retrorazzi, per un'errata valutazione del computer di bordo, sarebbero stati accesi solo per pochi secondi.

Un'analisi più dettagliata sarà possibile la prossima settimana quando la fotocamera ad alta risoluzione HiRISE (High Resolution Imaging Science Experiment) di cui è equipaggiata la sonda MRO scatterà nuove foto con una risoluzione di 30 cm per pixel.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci