Condividi l'articolo

Nei primi 2 mesi del 2021 sterilizzati 23 gatti a Savona, 19 nel comprensorio Albenga/Alassio e 11 a Imperia. Circa 300 gatti di strada al giorno rifocillati.

Savona. A distanza di un anno dallo stato di emergenza da Covid-19, iniziato per Accademia Kronos con il suo coinvolgimento nel focolaio dei 2 hotel di Alassio, dove ha collaborato seguendo le necessità del cagnolino Poldino di proprietà di una signora in quarantena, è stato un continuo crescendo.

La scorsa settimana le sezioni di SavonaImperia Albenga/Alassio hanno stipulato un protocollo d’intesa e mutua collaborazione, per migliorare e intensificare i loro interventi a tutela degli animali.

A causa della pandemia è da febbraio 2020 che l’ASL non effettua più sterilizzazioni dei gatti di strada costringendo la nostra associazione a provvedere in proprio, anche grazie ad alcuni benefattori, alle spese veterinarie. Inoltre abbiamo sostenuto le spese di mantenimento delle colonie feline seguite direttamente dai nostri volontari e volontarie, e di numerosi animali di famiglie in difficoltà economica segnalate dai servizi sociali di alcuni comuni. Un’altra triste attività e stata quella di trovare una nuova famiglia ad animali i cui proprietari sono deceduti a causa del virus.

Vista l’impossibilità della raccolta cibo “in presenza” presso i supermercati, sono stati posizionato alcuni carrelli fissi presso gli In’s delle 2 province, che permettevano una discreta autonomia, ma attualmente, su indicazioni dei responsabili della catena sono stati rimossi, causando cosi una notevole difficoltà a reperire alimenti per gli animali accuditi. Ora ne rimango solo 2 presso il Conad di Andora e Toirano (pet store).

Lo scorso anno avevamo avuto una cospicua fornitura di crocchette da parte della ditta Morando e di un altra ditta che ha voluto rimanere anonima, ma oramai  sono esaurite da tempo.

Solo nei primi 2 mesi del 2021 abbiamo provveduto a sterilizzare 23 gatti a Savona, 19 nel comprensorio Albenga/Alassio e 11 a Imperia. Inoltre ne rifocilliamo circa 300 al giorno su strada.

Non è  mai stato nostro costume chiedere un contributo a chi ha a cuore il benessere degli animali, ma ora, in previsione di un protrarsi dello stato di emergenza lanciamo un appello. Per favore aiutateci sia con cibo che con eventuali donazioni per le spese veterinarie.

c.s.

Resta aggiornato con le nostre ultime notizie da Google News

Seguici