Condividi l'articolo

«Sempre più incisiva e mirata l’azione del personale viaggiante nelle verifiche dei titoli di viaggio»

Savona. Sono in tutto 4.141 le sanzioni emesse dai controllori di TPL Linea nel corso dell’estate 2021, con riferimento ai mesi di giugno, luglio e agosto. In totale sono stati ben 30.254 i passeggeri controllati, mentre la percentuale di incasso delle multe è stata ad ora del 49% (2.037 le sanzioni incassate).

La stretta contro i “portoghesi” e la lotta serrata all’evasione sono state possibili grazie ai controlli a tappeto messi in atto dal personale viaggiante dell’azienda di trasporto savonese.

TPL Linea, infatti, aveva varato un potenziamento degli addetti alle verifiche di biglietti e abbonamenti del trasporto pubblico locale.

L’azione di controllo resta fondamentale per l’azienda di trasporto e ha ripreso a pieno ritmo con il ritorno dal 7 giugno scorso dei controllori a bordo dei bus in transito lungo le diverse linee del savonese.

L’aumento considerevole del personale viaggiante impegnato nella funzione di controllo e ispezione dei titoli di viaggio a bordo del parco mezzi ha dato i suoi risultati, considerando il danno economico procurato all’azienda pubblica, oltre al mancato rispetto per i viaggiatori regolari.

«I dati dell’estate 2021, i mesi considerati più critici, dimostrano l’impegno dell’azienda nella difficile lotta all’evasione che danneggia pesantemente il trasporto pubblico locale in provincia» affermano la presidente di TPL Linea Simona Sacone e il direttore generale Giovanni Ferrari Barusso.

«Il merito è del nostro personale viaggiante che ha svolto una azione capillare e diffusa sulle linee maggiormente soggette alla presenza dei “furbetti”, con particolare riferimento agli orari serali».

«Più controlli è vero, ma anche la nostra campagna di informazione e sensibilizzazione rivolta all’utenza sulle pesanti conseguenze cui passeggeri potrebbero andare incontro comincia a dare i suoi frutti».

«Siamo convinti che anche tramite i nuovi dispositivi e strumenti per garantire una maggiore sicurezza sui bus, come il recente accordo con le stesse polizie locali, possa rappresentare un parallelo deterrente sul fronte dell’evasione e della complessiva regolarità a bordo dei bus da parte dell’utenza».

«TPL Linea proseguirà anche nella stagione autunno-inverno la lotta serrata all’evasione, con un piano di interventi e ispezioni sempre più incisivo e mirato grazie all’attività del nostro personale viaggiante».

«Inoltre, la collaborazione con l’Agenzia delle Entrate per gli incassi derivanti dalle sanzioni porterà a nuove e maggiori percentuali di riscossioni, passaggio ultimo, e decisivo, nella battaglia contro i “furbetti”, in quanto le mancate entrate penalizzano l’azienda e quindi il complessivo servizio di trasporto pubblico locale» concludono i vertici dell’azienda savonese.

c.s.

Resta aggiornato con le nostre ultime notizie da Google News

Seguici