Condividi l'articolo

Nuova donazione da parte di Rotary Club Savona e altri donatori del territorio.

La scorsa settimana il Servizio 118 di Savona ha ricevuto la donazione di quattro ventilatori polmonari, uno acquistato con i fondi raccolti grazie alla volontà ed alla sensibilità del Rotary Club di Savona e gli altri tre acquistati con i fondi raccolti dalle donazioni di privati cittadini e di altre organizzazioni private.

Gli apparecchi saranno distribuiti sulle automediche delle sedi di Savona, Albenga, Cairo e Pietra e andranno a sostituire gli strumenti attualmente in uso, che pure in questi anni hanno egregiamente assolto la loro funzione.

Le apparecchiature sono essenziali per l’assistenza dei pazienti con insufficienza respiratoria (situazione quanto mai attuale in epoca COVID) con gravi alterazioni dello stato di coscienza di varia natura ovvero vittime di traumi. Nell’ambito del sistema di emergenza sanitaria territoriale, la disponibilità del ventilatore polmonare è fondamentale per la possibilità che dà al medico di fornire il supporto avanzato della respirazione nelle situazioni descritte.

Ogni strumento ha un costo di circa 10.000 euro; oltre al Rotary, i donatori che hanno permesso di acquistare gli altri tre ventilatori e hanno quindi permesso la realizzazione di questo progetto sono (non in ordine di importanza):

  • La Festa dei Limoni Onlus di Marco Braico – che ha anche messo a disposizione la sua struttura organizzativa per la raccolta fondi
  • sig. Marcello Irgher di Carcare
  • COOP Savona
  • Banca Generali Private, Agenzia di Carcare nella persona del dott. Salerno
  • Comparato S.r.l. di Carcare
  • Banca d’Alba Credito Cooperativo
  • Chiesa Salsicce di Finale
  • La Filippa di Cairo Montenotte
  • Bianchi Forniture nautiche di Finale
  • Servizi Ecologici di Finale
  • Maccario Concessionaria Land Rover di Savona

A tutti costoro i nostri più sinceri ringraziamenti per averci dato l’opportunità di migliorare la qualità della assistenza sanitaria in emergenza alla cittadinanza.

c.s.