Savona: un'operazione per salvare Angela. Volontari ENPA chiedono supporto per le spese veterinarie

Borghetto Revisioni

Una dolcissima gatta è stata investita da un’auto nei giorni scorsi a Savona in via Romagnoli; le sue condizioni sono parse subito molto gravi, il veterinario a cui i volontari della Protezione Animali l’hanno subito portata ha verificato tramite radiografia, che l’urto le aveva spostato gli organi interni e leso il diaframma; la diagnosi era infausta, a meno che non fosse stata sottoposta ad un intervento specialistico relativamente costoso.

Il ricovero e la cura dei gatti liberi, cioè quelli che vivono in strade e cortili cittadini, feriti o malati, è affidata dalle leggi ai Comuni; ed il comune di Savona si avvale da molti anni dei volontari dell’Enpa, attraverso una convenzione ferma, come importi, dal 2011, che copre quindi solo in parte le spese vive dell’associazione nella cura e sterilizzazione dei gatti liberi savonesi (nel 2018 160 gatti feriti o malati; e 83 soggetti sterilizzati, di cui solo un terzo gratuitamente presso il servizio veterinario ASL2, il resto a carico dei volontari e dell’associazione).

Ma per Angela, così è stata chiamata per la sua dolcezza e bontà, si è deciso comunque di far fronte alla spesa dell’intervento (500 euro, oltre ai medicinali); ed ora si sta riprendendo molto bene, è fuori pericolo (nella foto) ed alla fine della convalescenza potrà essere affidata a chi la vorrà adottare; è stata aperta una sottoscrizione per pagare le spese veterinarie e dei medicinali; chi vorrà aderire potrà versare il suo contributo sul conto Carige dell’Enpa, il cui IBAN è IT90K0617510610000002425580. A chi vorrà indicare il proprio indirizzo mail verrà inviata copia delle fatture a fine cura.

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci