Natrice viperina trovata a Savona nel quartiere delle Fornaci

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Gli improvvisi ingrossamenti dei torrentelli spesso trasportano a valle animali selvatici che una volta arrivati alle foci riescono a salvarsi. È il caso di una natrice viperina, un piccolo rettile innocuo tipico della Liguria, che alcune persone hanno recuperato nel quartiere savonese delle Fornaci e consegnato alle cure dei volontari della Protezione Animali.

Il serpentello, in dialetto è chiamato “aspissurdu”, spesso confuso con una vipera ed illecitamente perseguitato, si sta riprendendo e verrà liberato in una zona idonea nei prossimi giorni.

La natrice viperina ha abitudini diurne, vive in acqua o sugli argini, formando piccoli gruppi. È attivo da marzo ad ottobre e le femmine depongono a fine giugno fino a 30 uova, da cui escono a settembre piccoli di circa 15 centimetri di lunghezza.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci