ENPA: gli arnesi dei pescatori continuano ad uccidere

Pista Kart Indoor Albenga

Ami e lenze perdute o abbandonate dai pescatori continuano a fare danni; questa volta doppi, visto che i volontari della Protezione Animali hanno recuperato, sulla Rocca di Legino a Savona, un gabbiano ed un colombo impigliati assieme ad una lenza da pesca; probabilmente uno dei due era rimasto agganciato all’amo e poi, quando il gabbiano ha attaccato il colombo per cibarsene, nella lotta sono rimasti legati; il piccione era già morto ed il gabbiano seriamente ferito ed è ora in cura presso la sede Enpa di via Cavour 48 r.

L’associazione lancia un appello a chi frequenta le spiagge, innanzittutto a prestare attenzione alla propria incolumità per la presenza di ami e lenze tra la sabbia e poi, con le dovute cautele, a raccoglierli e smaltirli.

Tra i tanti oggetti di plastica scaricati in mare, una percentuale non trascurabile è costituita da attrezzi da pesca, come reti, lenze, esche artificiali e palangari; Enpa, che fu la prima associazione in provincia a promuovere una manifestazione contro la plastica in mare, con il porto di Loano e l’Università di Siena, l’11 Maggio 2017, auspica che si intensifichi il recupero delle reti perdute o abbandonate dai pescherecci, che prima di frazionarsi continuano a pescare per secoli; e si decreti al più presto la sostituzione degli attrezzi di pesca, sia professionale che sportiva, con materiali biodegradabili e fibre naturali.

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

Centro Revisione Arnaldi