Cairo Montenotte: moria di martin pescatori, invani gli sforzi nei soccorsi dei volontari ENPA

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Savona. Due martin pescatori, piccoli e variopinti uccelli che si cibano di pesce, in evidente difficoltà, sono stati soccorsi nel torrente Bormida a Cairo Monteontte dai volontari della Protezione Animali; il primo è deceduto poco dopo il recupero ed anche il secondo, malgrado le cure fornitegli, è morto due giorni dopo; si teme che la causa sia un avvelenamento; sempre a Cairo hanno recuperato un colombo con le zampe devastate da fili e capelli, che sono stati estratti dalle veterinarie che collaborano con l’associazione.

Intanto l’Enpa sta predisponendo la relazione dei primi sei mesi di attività da inviare alla Regione Liguria, per sollecitare ancora una volta l’urgenza di organizzare un servizio di recupero della fauna selvatica in difficoltà, pubblico o privato convenzionato ma con risorse adeguate all’emergenza faunistica che cresce continuamente da vent’anni; infatti, nei primi sei mesi nella sola provincia di Savona Enpa ha soccorso e curato 1.458 animali, con un picco di 513 soggetti ricoverati nel mese di giugno; un lavoro immenso, portato avanti solo dai pochi volontari e dagli addetti dell’associazione, che è un organismo onlus privato e può contare finora su un insufficiente contributo regionale che copre meno del 30% delle spese vive sostenute.

c.s.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci